mercoledì 25 aprile 2012

timballo di zucchine

Timballo di zucchine
In occasione della festa della liberazione, ho deciso di preparare per pranzo il timballo bianco di zucchine della mia amica Giuliana. E' un primo molto delicato che può essere fatto in anticipo, si può congelare e usare  poi al momento opportuno. E' utile anche per essere servito freddo, tagliato a pezzetti nelle feste. Ho usato le scrippelle (crespelle), ma potete provare anche con la pasta fresca lessata e asciugata come per le lasagne. Io preferisco farle con le scrippelle.
(Ricordo che la ricetta di mia nonna per fare le scrippelle era questa: 1 uovo, 1 cucchiaio di farina, sale e un po' di acqua per diluire, ma io per evitare di fare l'effetto frittatine metto più farina e all'incirca 2 cucchiai di farina).
Ingredienti:
20 - 25 scrippelle
700/800 di zucchine
600 gr di carne macinata
3 salsicce
pancetta a dadini (facoltativa)
carote, cipolla, prezzemolo
olio e sale e vino bianco
2 mozzarelle grosse
3/4 uova sbattute
parmigiano grattugiato
burro, besciamella
Procedimento:
Soffriggere cipolla olio e carota, aggiungere la carne macinata e la salsiccia sbriciolata, salare e far cuocere. Far sfumare con un poco di vino bianco e continuare a far cuocere bene.
Soffriggere abbondante cipolla e carota a piccoli pezzettini, aggiungere le zucchine a tocchettini e il prezzemolo, salare e far cuocere.
Tagliare a pezzetti le mozzarelle, sbattere le uova con un pizzico di sale.
Prendere una teglia e rivestirla con carta forno, mettere sul fondo dei pezzettini di burro. Foderare con le scrippelle la teglia. Distribuire sopra le scrippelle un pò di carne macinata, qualche cucchiaiata di zucchine, una manciata di mozzarella, parmigiano grattugiato, un po di besciamella e due tre cucchiaiate abbondanti di uova sbattute. Alternate gli strati di scrippelle a quelli del ripieno, fino a concludere il tutto con le scrippelle e qualche fiocchetto di burro. Cuocere in forno caldo a 180°-200° a seconda del vostro forno per circa 1 ora.











Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento